Metodo
Equilibrium

La Magia della Guarigione

Ti sei mai chiesto perché esistono il dolore e la malattia? Da dove nascono e a cosa servono? Ma soprattutto è possibile guarire da molti degli stati di sofferenza, di dolore e di malattia che affliggono oggi così tante persone? E se la natura prevede la malattia ed il dolore non è che per caso ha progettato anche un sistema per affrontare tutto questo?

Il Metodo Equilibrium risponde a tutte queste domande e ti svela la chiave della guarigione naturale.

Così, grazie ad una terapia naturale integrata, potrai finalmente risolvere i tuoi problemi di salute, recuperare la naturale capacità del tuo corpo di ripararsi e di recuperare le proprie energie ripristinando tutti i tuoi equilibri, da quello posturale a quello emozionale ed ormonale.

Questo per te significa:

  • Risvegliarti ogni giorno in salute per poter svolgere efficacemente il tuo lavoro senza limitazioni dovute a dolori o blocchi articolari.
  • Poter praticare lo sport che ami assieme ai tuoi amici.
  • Passare il tempo con i tuoi figli giocando con loro e con le persone che ami, viaggiando e vivendo esperienze straordinarie senza sentirti limitato da dolori o debolezza.
  • Riposare bene la notte per alzarti dal letto senza dolore e con una grande energia.

Tutto il metodo è basato su un solo e semplice elemento: il corpo è in grado di guarire e ripararsi in maniera naturale e autonoma finché è vivo.

Scarica GRATUITAMENTE il Manuale

Perché ci ammaliamo e abbiamo difficoltà a guarire?

Semplicemente perché dal momento in cui nasciamo siamo sottoposti a stress esterni dovuti ad un modello di vita completamente innaturale e disfunzionale, che non rispetta più le leggi della natura e della biologia.

Il nostro stile di vita ed i nostri modelli comportamentali generano livelli di stress così elevati da farci perdere la naturale capacità di reagire, ripararci e guarire.

Fortunatamente questo processo può essere invertito e possiamo riattivare e aumentare la capacità di reazione e di riparazione, guarendo così dagli stati di sofferenza e malattia aumentando l’energia del nostro corpo.

Stimolando alcuni punti chiave è possibile riportare in equilibrio tutti i sistemi che costituiscono l’essere umano facendo aumentare la sua energia vitale, riattivando così la capacità di guarire e ripararsi.

Quello che succede, in sintesi, è che modificando i nostri modelli comportamentali in modo da ridurre lo stress a cui siamo quotidianamente sottoposti.

Stimolando i punti chiave del nostro corpo è possibile aumentare la nostra capacità di rispondere agli stimoli stressogeni, riattivando le funzioni naturali di riparazione, rinnovo dei tessuti, recupero delle energie, di apprendimento e di crescita.

Così il corpo di chi viene trattato con il Metodo Equilibrium diventa più forte, armonioso e di nuovo capace di ripararsi.

Inoltre la persona riscopre nuove energie e cambia il proprio asset mentale ed emozionale risollevandosi da momenti di sofferenza anche psicologica ed emozionale.

Il Metodo Equilibrium è in grado di agire contemporaneamente e armoniosamente su tutti i sistemi che costituiscono l’essere umano: corpo, mente e spirito.

Ovviamente, come te, anch’io mi ammalo ed ho passato nella mia vita momenti in cui i problemi di salute dipendevano dal mio comportamento e dal mio modo di affrontare la vita.

I miei pensieri ed i miei comportamenti inconsapevoli generavano la malattia, ma non ne ero cosciente ne tantomeno sapevo come poterli cambiare, il problema era diventato molto chiaro ma apparentemente irrisolvibile.

Avevo compreso che i miei pensieri si manifestavano prima nel mio linguaggio e poi nei miei comportamenti e che i miei comportamenti ripetuti generavano delle abitudini che danneggiavano il mio corpo, determinando di conseguenza la mia salute o la mia malattia.

Tuttavia non sapevo riconoscere i pensieri responsabili della mia sofferenza, ne tantomeno ero in grado di modificarli.

Avevo anche compreso che la formazione dei medici e dei terapeuti è talmente settoriale che, per avere una visione d’insieme di ciò che accade ad un paziente quando sta male, sarebbe necessario un consulto di un’equipe di almeno 10 medici differenti.

Trovare un bravo terapeuta che abbia una visione d’insieme e non frammentaria dell’essere umano e che, al tempo stesso, abbia una adeguata conoscenza specifica di ogni sua componente era diventato un problema serio.

E così da paziente ti trovi a dover girare da un ambulatorio ad un altro, con enorme dispendio di energie, di tempo e di denaro, con la difficoltà di far comunicare tra loro i diversi specialisti che ti trattano un pezzo alla volta dimenticandosi che sei una persona e non un’insieme di organi e articolazioni.

Perché accade tutto questo?

Perché la formazione universitaria altamente specializzata, basata su un modo analitico e settoriale di risolvere i problemi di salute, si è dimenticata della vera natura dell’essere umano e delle leggi della biologia che ne determinano la nascita, la crescita ed il funzionamento. Essa è ancora, soprattutto in Italia, legata all’insegnamento di pochi baroni non disposti ad accogliere le innovazioni, soprattutto se queste fanno loro perdere potere.

Finché il paziente non è responsabile della propria salute e si affida esclusivamente all’operato di un medico delega a quest’ultimo le proprie responsabilità e lui diventa signore assoluto, capace di controllare vita o morte del paziente che si trasforma in un burattino senza coscienza e consapevolezza.

Pensa che alcuni pazienti sono stati educati ad avere talmente poca consapevolezza di se che si identificano con una diagnosi medica o con l’esito di un esame (come ad esempio una risonanza magnetica) perdendo la libertà di valorizzare le parti di se che ancora sono integre e funzionano, aspettando dal terapeuta, come una cartomante, la prognosi non solo della malattia ma di tutta la loro esistenza.

Altri invece decidono in alternativa di non indagare sui messaggi che il proprio corpo sta dando e cercano la soluzione più rapida ed indolore, per continuare a condurre una vita di sofferenza scegliendo la via più breve e meno faticosa.

Come lo struzzo che mette la testa sotto la sabbia: per loro è meglio risolvere un dolore con 20 euro di antinfiammatorio, intossicandosi fegato e reni piuttosto che comprendere il significato profondo di quella sofferenza ed il messaggio che il corpo sta dando nascosto dietro a quel dolore.

Cosa succede alla persona che sta male?

Cosa succede quindi alla persona che sta male e non riesce a trovare un’unico professionista che metta insieme tutti i suoi sintomi che la affliggono e che le spieghi chiaramente cosa sta succedendo, mentre continuerà a peregrinare tra un professionista ed un altro collezionando diagnosi, prognosi e terapie incoerenti e, a volte, addirittura incompatibili tra loro?

E soprattutto, cosa accade a chi non riesce a trovare qualcuno che spieghi come fare a superare il tutto nei migliori dei modi, nel più breve tempo possibile e senza recidive e danni permanenti?

  • Continuerà a girare inutilmente per giorni interi tra un ambulatorio ed un altro alla ricerca di una risposta al proprio problema.
  • Si chiederà perché tanti medici propongono diagnosi differenti per uno stesso problema e terapie differenti tutte comunque costose ma inefficaci.
  • Perderà fiducia nei terapeuti, in se stesso e nella possibilità di guarire, comincerà a pensare che i terapeuti non capiscono nulla e vivono spillando soldi ingiustamente ai pazienti che soffrono.
  • Penserà di essere destinato ad una vita di sofferenza senza la possibilità di praticare sport o addirittura di lavorare e nel caso peggiore di avere una vita sociale normale e soddisfacente.
  • Si affiderà a qualche terapia costosa ed invasiva che non solo si rivelerà inutile ma creerà dei danni permanenti facendo peggiorare ulteriormente il suo stato di salute.

Qual è il risultato?

Si spreca tempo, denaro, energie ed emozioni e non si riesce a guarire.

Allora la persona cambia ospedale, ambulatorio, terapeuta ed investe altro tempo, energia, speranza e denaro senza ancora ottenere nessun risultato eccezionale.

Ottiene così un risultato in più, magari anche importante, ma non la guarigione potente ed immediata, non quel cambiamento tanto desiderato. E così va avanti per anni investendo tempo, energie, speranze e denaro, anni ed anni persi a rincorrere una diagnosi, una cura adeguata ma soprattutto il miracolo della guarigione.

Giornate intere nelle sale d’attesa e negli ambulatori, tra speranze, delusioni e grandi somme di denaro, che se fossero state concentrate in un unico sforzo ben finalizzato, come il raggio di un laser, avrebbero potuto portare alla riconquista della salute.

Nel frattempo la patologia si cronicizza, tende a diventare normale per il paziente soffrire quotidianamente e questo sarebbe il minore dei mali se non che nella vita la stasi non esiste e così nella malattia, se non si migliora si peggiora, e giorno dopo giorno i farmaci per controllare il dolore sono sempre meno efficaci e la capacità di muoversi e di affrontare una giornata di lavoro diminuisce drasticamente.

Le molte azioni terapeutiche frammentate e scoordinate e le cure di tanti terapeuti diluite nel tempo con continui cambi di rotta originano confusione e sfiducia che non portano benessere alla sofferenza e alla vita della persona.

Com’è possibile guarire?

Ma il dubbio permane: com’è possibile guarire e ottenere quelle miracolose riprese che vediamo raccontare dai giornali quando parlano di famosi sportivi che, ad un certo punto, sembrano delle mere leggende?

Sembra proprio vero che siano necessari decine di anni e terapie lunghe e costose per migliorare di poco il proprio stato di salute, che chi è ammalato non guarirà mai e avrà una vita di stenti e priva di relazioni umane e di soddisfazioni.

Invece questo atteggiamento porta tanti danni non solo alla persona ammalata che soffre, ma anche a tutte le persone che gli stanno accanto oltre che alla sua stessa attività lavorativa.

Infatti ecco quello che di solito accade si perde fiducia nella capacità del corpo di guarire:

  • Si inizia a credere che i terapeuti da cui puoi andare a curarti in realtà non siano in grado di aiutare veramente.
  • Si finisce nello sconforto di aver investito tanto in specialisti e cure mediche ma senza ottenere ciò che si desiderava.
  • Lo sconforto ricade sull’attività lavorativa dove non si riesce più a essere produttivi come prima.
  • I rapporti con i colleghi e con i clienti diventano difficili quando si sta male e non si ha voglia di parlare con nessuno.
  • A volte il problema fisico diventa completamente incompatibile con il lavoro.

Con il Metodo Equilibrium è possibile interrompere questa triste catena di eventi aiutandoti a comprendere il senso della tua malattia, portandoti a superare le difficoltà dell’attuale organizzazione dei sistemi di cura.

Il Metodo Equilibrium ti fornisce l’assistenza puntuale ed immediata nel momento del bisogno, lavorando sulle cause e non solo sul controllo dei sintomi, dandoti risposte concrete per i tuoi bisogni e superando i limiti degli attuali sistemi di cura.

Scarica GRATUITAMENTE il Manuale